hp-support-head-portlet

Azioni
Caricamento...

Benvenuti nell'Assistenza clienti HP

hp-contact-secondary-navigation-portlet

Azioni
Caricamento...

hp-share-print-widget-portlet

Azioni
Caricamento...

hp-concentra-wrapper-portlet

Azioni
Caricamento...

HP Notebook - Recupero dei dati utente in Windows

Descrizione
Questo documento spiega come recuperare i dati utente qualora non sia possibile avviare il disco rigido di un notebook con Microsoft Windows.
Soluzione
Per recuperare i dati utente in Windows, adottare uno dei seguenti metodi:
Metodo 1: Recupero dati in Windows se è possibile avviare il sistema ma questo non è completamente operativo
Questa soluzione è adatta per gli utenti che hanno un sistema operativo danneggiato o solo parzialmente funzionante.
Segni
  • È possibile avviare il notebook ma questo si comporta in modo strano
  • Non è praticamente possibile utilizzare il notebook
Qual è il problema?
In questo caso è necessario che l'utente abbia una periferica di archiviazione esterna su cui copiare i dati. Questa può essere, fra le altre, una delle seguenti:
  • Disco rigido esterno USB
  • Unità di memoria esterna USB (con capacità uguale o superiore al volume totale dei file di dati che l'utente deve recuperare)
Processo di recupero dei dati
  1. Collegare la periferica di archiviazione esterna a una porta USB.
  2. Confermare che questa sia nota e pronta per l'utilizzo in Windows facendo clic su Start e Risorse del computer e individuando il dispositivo nell'elenco che compare.
  3. Individuare la lettera assegnata alla periferica di archiviazione esterna.
    Figura : Unità rimovibili (Unità di archiviazione)
  4. Fare clic su Start, quindi su Esegui. Digitare cmd nel campo Apri: e fare clic su OK. Viene visualizzato un prompt di comando.
  5. Utilizzare il comando "cambia directory" (cd) per arrivare alla cartella (directory) in cui sono situati i file e le cartelle in questione. Digitare cd my documents e premere il tasto Invio.
      Nota:
    Il comando "cd my documents" presume che le cartelle e i file da copiare si trovino in Documenti. Tuttavia i file che si desidera copiare potrebbero essere salvati in altre cartelle e/o directory. Sostituire "my documents" con il nome della cartella i cui dati devono essere copiati.
    I file e le cartelle potrebbero essere salvate ovunque all'interno del disco rigido, a seconda del metodo utilizzato per salvare il dati. È possibile recuperare solo i file e le cartelle reperibili. I file danneggiati non possono essere copiati.
  6. Per copiare tutte le cartelle e i file nella cartella a cui si è andati, utilizzare il comando "copy /e" seguito dal nome della cartella o del file e dalla lettera della periferica di archiviazione esterna. L'esempio qui sotto copia tutte le cartelle e i file che sono sotto (all'interno) della cartella che si sta copiando. Esempio: xcopy /e *.* E:\
    • In questo esempio "/e" è utilizzato per copiare tutte le cartelle che sono sotto (all'interno) della cartella che si sta copiando. L'utilizzo del comando "xcopy" senza "/e" copia solo i file presenti nella cartella che si sta copiando.
    • In questo esempio "E:" corrisponde alla lettera assegnata alla periferica di archiviazione esterna.
  7. Il file verrà copiato sulla periferica esterna ammesso che non sia danneggiato e che sia recuperabile.
  8. Ripetere questa procedura per gli altri file che si desidera recuperare.
Metodo 2: Recupero di dati dal disco rigido utilizzando il menu Recovery di Windows
Questa soluzione è adatta per gli utenti dotati di CD di avvio di Windows e con un sistema operativo solo parzialmente funzionante o impossibile da avviare.
Segni
  • È possibile avviare il notebook ma questo è sostanzialmente inutilizzabile
  • Il notebook ha rilevato un errore non di sistema
  • Il notebook non è in grado di avviare Windows in modo da essere operativo
Qual è il problema?
Per poter attuare questa procedura, l'utente deve avere a disposizione un disco ottico esterno o locale. In questo caso è necessario che l'utente abbia anche una periferica di archiviazione esterna su cui copiare i dati. Questa può essere, fra le altre, una delle seguenti:
  • Disco rigido esterno USB
  • Unità di memoria esterna USB (con capacità uguale o superiore al volume totale dei file di dati che l'utente deve recuperare)
Processo di recupero dei dati
  1. Se il driver del disco ottico è un dispositivo esterno, collegarlo a una porta USB sul notebook.
  2. Collegare la periferica di archiviazione esterna a una porta USB sul notebook.
  3. Se il comando di avvio è stato modificato nel BIOS, accendere il notebook e premere F10 quando richiesto durante l'avvio. Se il comando di avvio non è stato modificato, passare alla Fase 4.
    1. Accedere al menu "Avanzato".
    2. Modificare il comando di avvio in modo che l'unità "ottica" o "CD" sia elencata prima del disco rigido.
      Esempio: Unità ottica/ CD = Primo, Disco rigido = Secondo
    3. Premere il tasto F10 per salvare le impostazioni.
    4. Passare al menu "File" e selezionare "Salva modifiche ed esci"
  4. Inserire il CD o il DVD di Windows nell'unità di ottica. Riavviare il computer.
  5. Quando compare il prompt Premere un tasto qualunque per l'avvio da CD, premere un tasto a caso.
  6. Quando il notebook viene avviato dal CD, dovrebbe comparire una schermata di benvenuto.
    Figura : Installazione
  7. Premere il tasto R per aprire il menu Recovery. Compare la console di ripristino di Microsoft.
    Figura : Console di ripristino Microsoft Windows
  8. Digitare la versione di Windows per accedere, quindi premere il tasto Invio.
  9. Digitare la password dell'account amministratore e premere il tasto Invio.
    Figura : Inserimento della password dell'account amministratore
  10. Utilizzare i comandi appropriati per recuperare i dati. Per maggiori informazioni, consultare la sezione Ulteriore assistenza.
Metodo 3: Recupero dei dati dal disco rigido utilizzando un secondo computer
Questa soluzione è adatta per gli utenti il cui sistema non può essere avviato (Windows non viene aperto).
Segni
  • Il notebook ha rilevato un errore non di sistema
  • Il notebook non è in grado di avviare Windows in modo da essere operativo
Qual è il problema?
Per eseguire questa operazione è necessario che il computer sia funzionante e possieda una porta USB, oltre a un'unità di altra marca dotata di connessione USB.
Processo di recupero dei dati
  1. Rimuovere il disco rigido dal notebook seguendo le istruzioni riportare nella guida hardware o nella guida di supporto e manutenzione del computer.
  2. Posizionare il disco rigido nel vano di altra marca dotato di connessione USB.
  3. Collegarlo alla porta USB di un computer funzionante.
  4. Confermare che la periferica di archiviazione è nota e pronta per essere utilizzata da Windows facendo clic su Start e su Risorse del computer. Individuare la periferica nell'elenco che compare.
  5. Trascinare i file presenti sul disco rigido del notebook (situato nel contenitore connesso tramite cavo USB) sul computer funzionante.
Metodo 4: Recupero dei dati utilizzando un CD di avvio (Win PE) con un sistema parzialmente funzionante o un sistema impossibile da avviare
Questa soluzione è adatta per gli utenti dotati di CD di avvio Win PE e con un sistema operativo solo parzialmente funzionante o impossibile da avviare.
Segni:
  • È possibile avviare il notebook ma questo è sostanzialmente inutilizzabile
  • Il notebook ha rilevato un errore non di sistema
  • Il notebook non è in grado di avviare Windows in modo da essere operativo
Qual è il problema?
Per poter attuare questa procedura, l'utente deve avere a disposizione un disco ottico esterno o locale. In questo caso è necessario che l'utente abbia anche una periferica di archiviazione esterna su cui copiare i dati. Questa può essere, fra le altre, una delle seguenti:
  • Disco rigido esterno USB
  • Unità di memoria esterna USB (con capacità uguale o superiore al volume totale dei file di dati che l'utente deve recuperare)
Processo di recupero dei dati
  1. Se il driver del disco ottico è un dispositivo esterno, collegarlo a una porta USB sul notebook.
  2. Collegare la periferica di archiviazione esterna a una porta USB sul notebook.
  3. Se il comando di avvio è stato modificato nel BIOS, accendere il notebook e premere F10 quando richiesto durante l'avvio. Se il comando di avvio non è stato modificato, passare alla Fase 4.
    1. Accedere al menu "Avanzato".
    2. Modificare il comando di avvio in modo che l'unità "ottica" o "CD" sia elencata prima del disco rigido.
      Esempio: Unità ottica/ CD = Primo, Disco rigido = Secondo
    3. Premere il tasto F10 per salvare le impostazioni.
    4. Passare al menu "File" e selezionare "Salva modifiche ed esci"
  4. Inserire il CD Win PE di avvio o un altro tipo di CD di avvio nell'unità disco ottico. Riavviare il computer.
  5. Confermare che la periferica di archiviazione esterna sia nota e pronta per l'utilizzo in Windows facendo clic su Start e Risorse del computer e individuando il dispositivo nell'elenco che compare.
  6. Individuare la lettera assegnata alla periferica di archiviazione esterna.
    Figura : Unità rimovibili (Unità di archiviazione)
  7. Fare clic su Start e su Esegui. Digitare cmd nel campo Apri: e fare clic su OK. Viene visualizzato un prompt di comando.
  8. Utilizzare il comando "cambia directory" (cd) per arrivare alla cartella (directory) in cui sono situati i file e le cartelle in questione. Digitare cd my documents e premere il tasto Invio.
      Nota:
    Il comando "cd my documents" presume che le cartelle e i file da copiare si trovino in Documenti. Tuttavia i file che si desidera copiare potrebbero essere salvati in altre cartelle e/o directory. Sostituire "my documents" con il nome della cartella i cui dati devono essere copiati.
    I file e le cartelle potrebbero essere salvate ovunque all'interno del disco rigido, a seconda del metodo utilizzato per salvare il dati. È possibile recuperare solo i file e le cartelle reperibili. I file danneggiati non possono essere copiati.
  9. Per copiare tutte le cartelle e i file nella cartella a cui si è andati, utilizzare il comando "copy /e" seguito dal nome della cartella o del file e dalla lettera della periferica di archiviazione esterna. L'esempio qui sotto copia tutte le cartelle e i file che sono sotto (all'interno) della cartella che si sta copiando. Esempio: xcopy /e *.* E:\
    • In questo esempio "/e" è utilizzato per copiare tutte le cartelle che sono sotto (all'interno) della cartella che si sta copiando. L'utilizzo del comando "xcopy" senza "/e" copia solo i file presenti nella cartella che si sta copiando.
    • In questo esempio "E:" corrisponde alla lettera assegnata alla periferica di archiviazione esterna.
  10. Il file verrà copiato sulla periferica esterna ammesso che non sia danneggiato e che sia recuperabile.
  11. Ripetere questa procedura per gli altri file che si desidera recuperare.

hp-feedback-input-portlet

Azioni
Caricamento...

hp-online-communities-portlet

Azioni
Caricamento...

Chiedi alla community!


Forum dell'assistenza

Forum dell'assistenza

Partecipa alla conversazione. Trova soluzioni, poni domande e condividi suggerimenti con altri possessori di prodotti HP. Visita ora


hp-feedback-banner-portlet

Azioni
Caricamento...

hp-country-locator-portlet

Azioni
Caricamento...
Paese: Flag Italia

hp-detect-load-my-device-portlet

Azioni
Caricamento...